Medicina Rigenerativa

Addominoplastica PDF Stampa E-mail

Il rimodellamento dell'addome eseguito con Addominoplastica (Dermolipectomia addominale) richiede un'incisione che dal pube arriva alle spine iliache, un'altra nascosta nell'ombelico tale da risultare invisibile, e quindi uno scollamento cutaneo di tutta la regione addominale. Da qui si passa all'asportazione della cute in eccesso, all'avvicinamento delle fasce muscolari, al riposizionamento dell'ombelico. Questa procedura può essere o meno associata ad aspirazione del grasso in eccesso nella zona fianchi/ventre (cosiddette “pancia e maniglie dell'amore”). Per un buon rimodellamento dei fianchi, in fase di avvicinamento, sulla linea mediana, dei muscoli retti, vengono ripresi, se è il caso anche i muscoli obliqui.

L'attenzione dedicata al sistema superficiale di fasce consente di sollevare efficacemente i tessuti soggetti a ptosi e di fornire un sostegno di lunga durata con risultati naturali, anche durante attività dinamiche.
Nei casi di asportazioni molto estese, l'intervento viene praticato in anestesia generale.
L'Addominoplastica lascia un'unica incisione, sottile ed orizzontale, appena sopra il pube. Questa può essere perfettamente nascosta anche da uno slip di ridotte dimensioni.

 

Valid XHTML 1.0 Transitional