Medicina Rigenerativa

Genitali Femminili PDF Stampa E-mail

L'ipertrofia delle piccole labbra è una malformazione congenita dei genitali esterni ben conosciuta e non così rara. Secondo le più recenti acquisizioni viene considerata patologica e quindi anomala una paziente che presenta delle piccole labbra la cui lunghezza dalla base d'impianto al margine libero è superiore a 2,5 cm. Questa malformazione, oltre a generare importanti problemi estetici e psicologici, soprattutto nel rapporto di coppia, talvolta può causare anche irritazione cronica locale, infezioni batteriche e micosi ricorrenti.

Negli ultimi anni sempre maggiore attenzione a questa problematica è stata dedicata da parte dei chirurghi plastici per ideare e sviluppare tecniche chirurgiche conservative nel rispetto della normale anatomia e fisiologia di questa regione anatomica.
L'intervento chirurgico maggiormente utilizzato ha una durata di circa 1 ora, è semplice, risolutivo e di grande soddisfazione per le pazienti. Può essere eseguito in anestesia locale con sedazione, in anestesia regionale-periferica oppure in anestesia generale, e le donne non hanno particolare fastidio post-operatorio anche in considerazione del fatto che i piccoli punti di sutura applicati non devono essere neanche rimossi. Il giorno dopo l'intervento la paziente può riprendere l'attività lavorativa e può tornare alla completa normalità in circa 3 settimane.

 

Valid XHTML 1.0 Transitional